WEBPERSIGNORE

ABITARE IN MODO SEMPLICE LA RETE

Twitter senza veli: (mini) manuale per l’uso

Avere o non avere (anche) una stanza tutta per sé su Twitter? Se il tempo è ridotto all’osso ma volete rimanere aggiornate sugli argomenti che vi interessano lo consiglio vivamente. Nel giro di poco tempo non potrete più farne a meno e il vostro stato d’animo finirà per influenzare Wall Street.

In questo post svelo funzionamento e trucchi per usare Twitter nel modo migliore e senza ansia partendo dall’aggiornamento delle pagine ufficiali del supporto.

Che cos’è Twitter?

Twitter è una rete informativa nata nel 2006 caratterizzata dal celebre limite dei 140 caratteri dei messaggi, chiamati appunto tweet, che vi permettono di prendere per la coda tutto ciò che vi interessa aggiornato all’ultimo secondo. Ai tweet potete aggiungere la vostra posizione, immagini dal vostro computer e link. Per accorciare i link nei vostri tweet, e guadagnare caratteri da spendervi in testo, potete usare servizi esterni come bit.ly oppure ow.ly.

Il logo ufficiale di Twitter

Come funziona l’iscrizione?

Per avere la vostra pagina su Twitter dovete andare sul sito e inserire semplicemente nome, mail e password.

Iscrizione a Twitter

Il nome utente scelto al momento dell’iscrizione, come ad esempio nel mio caso Webpersignore, diventerà anche l’indirizzo del vostro profilo su Twitter quindi http://twitter.com/webpersignore. Chi visita il vostro profilo e decide di iscriversi a Twitter da lì diventa automaticamente un vostro follower ovvero vi seguirà.

Quando vi registrate potete scegliere di lasciare il vostro account visibile pubblicamente oppure proteggerlo. In questo caso altri utenti dovranno chiedervi il permesso di seguirvi e sarete visibili solo agli utenti che avrete approvato. I vostri tweet non appariranno nella ricerca di Twitter e non potrete condividere link con chi non vi segue. Sappiate che potrete cambiare dalle impostazioni sia la visibilità del vostro account, sia il nome e cognome che avete inserito al momento dell’iscrizione. Ad esempio io ho cambiato il mio, Rachele Muzio, in Webpersignore così da farlo coincidere con il nome utente.

Per apparire nei risultati di ricerca assicuratevi di aver inserito nome utente, nome reale, descrizione e parole chiave attinenti. Twittare e ritwittare sono naturalmente buone pratiche e la newsletter settimanale con gli aggiornamenti di chi seguite può essere un valido aiuto.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Su Twitter potete inserire un vostro avatar al posto dell’ovetto che appare in automatico e da metà settembre 2012 anche una testata che caratterizzerà il vostro profilo.

La dimensione ideale dell’avatar è di 196 x 196 pixels, mentre quella della testata è di 1200 x 600 px. L’immagine creata da Lucio Colavero spiega molto bene le proporzioni complessive del nuovo look twitter ma ancor meglio è leggere il suo post.

Le dimensioni della nuova testata di Twitter dal post di Lucio Colavero su luciocolavero.com

Per rifarsi il look bisogna cliccare sulla rotellina delle impostazioni in alto a destra, cliccare su ‘modifica profilo’ e poi su ‘profilo’ se si vuole cambiare l’avatar, su ‘aspetto’ per modificare intestazione e sfondo.

Come stanare chi seguire?

Seguire qualcuno significa ricevere informazioni, ovvero tweet, da una persona, un’azienda o un’organizzazione. Un modo per trovare chi seguire è dare un’occhiata alla lista following delle persone che già conoscete.
Potete inoltre cliccare su “#scopri” nella fascia nera in cima alla pagina a sinistra e:

  • inserire il nome utente, se già lo conoscete, nella casella di ricerca
  • cercare nelle categorie che vi interessano
  • importare i vostri contatti mail così da scoprire se c’è qualcuno che conoscete
  • seguire utenti suggeriti da Twitter

Avete esigenze più specifiche? La pagina per la ricerca avanzata fa al caso vostro. Potrete salvare le vostre ricerche grazie a ‘salva ricerca’ che appare cliccando sulla rotellina come vedete nell’immagine. In questo modo potrete consultare i risultati quando volete e averli sempre aggiornati. Nella casella di ricerca potete anche inserire un indirizzo web completo e Twitter scandaglierà il suo campo stanando l’indirizzo che cercate anche se è stato accorciato. Una funzione utile ad esempio per monitorare quanto è girato un vostro post o la home di un sito che vi sta a cuore. Ricordate però che i risultati sono relativi agli ultimi sette giorni.

La ricerca su Twitter

Le liste: come crearle e perché sono utili

Preparare una lista di utenti significa dare ai visitatori un’idea di ciò che vi interessa, un pò come mostrare la libreria ai vostri ospiti. Le liste sono utili perché raggruppano tematicamente chi seguite così che a colpo d’occhio potrete leggere gli aggiornamenti anche di chi twitta in orari diversi dai vostri ad esempio.

Per creare una nuova lista:

  • cliccate sul vostro nome nella home della vostra pagina Twitter
  • cliccate su ‘liste’ dal menu a sinistra
  • cliccate su ‘crea nuova lista’ come vedete nell’immagine

Pulsante 'crea lista' su TwitterInserite il nome in 25 caratteri al massimo, la descrizione in 100 caratteri al massimo e scegliete se volete che la vostra lista sia pubblica o privata.

Potete aggiungere un account alla vostra lista cliccando sull’icona accanto a ciascun nome negli elenchi di followers (chi vi segue) e following (chi seguite) oppure dalle pagine di qualsiasi account cliccando sull’icona a destra come nell’immagine.

Aggiungere una persona ad una lista su Twitter

Potete seguire le liste come seguite i singoli account. Se ad esempio avete appena visitato un profilo interessante cliccate sul suo menu ‘liste’ e se trovate qualcosa che vi interessa cliccate su ‘sottoscrivi’ come nell’immagine.

La pagina di una lista su Twitter

Tipi di tweet e dove trovarli

  • I tweet normali appaiono nella home page del mittente e nella timeline del destinatario.
  • Le menzioni, ovvero i tweet che contengono il @nome di un altro utente, compaiono nella home page del mittente e del destinatario ma solo se questo lo segue. In caso contrario compaiono nella pagina privata delle menzioni.
  • Le risposte, ovvero i tweet che iniziano con il @nome di un altro utente, compaiono nella pagina del profilo del mittente e nella timeline del destinatario ma solo se questo lo segue. In caso contrario compaiono nella pagina privata delle menzioni.
  • I messaggi diretti (DM), ovvero i messaggi inviati direttamente da qualcuno che vi segue, compaiono nella vostra cartella ‘inviati’ e nella sua ‘messaggi diretti’.

Cosa sono i tweet e gli utenti sponsorizzati?

I tweet sponsorizzati sono tweet normali che gli inserzionisti pagano per renderli più evidenti e sono chiaramente etichettati come “Sponsorizzati”. Stesso discorso per gli utenti sponsorizzati. Se la sponsorizzazione vi interessa per pubblicizzare ad esempio un libro o un evento potete tuffarvi nel lato business di Twitter.

Come eliminare un account
Tranquille. Se per qualsiasi motivo volete cancellare il vostro account potete farlo dalle impostazioni cliccando su “Disattiva il mio account”. Se invece avete eliminato per errore la vostra pagina potrebbe salvarvi la pelle questo articolo per ripristinare un’utenza disattivata per errore.

Glossario e sintassi di Twitter

  • DM > Messaggio Diretto ovvero tweet privati e visibili solo tra il mittente e il destinatario.
  • Etichette (hashtag) > ll simbolo # (etichetta o hashtag in inglese) è una creazione della comunità di Twitter per organizzare i messaggi in base alle parole chiave. Le parole precedute dal simbolo # sono raggruppate con altri tweet che hanno la stessa parola chiave.
  • FF > #FF significa “Follow Friday” ed è usato dagli utenti di Twitter per suggerire altri utenti da seguire i venerdì.
  • Follower > lista di utenti che vi seguono.
  • Following > lista di utenti che seguite voi.
  • Parentesi quadre […] > può capitarvi di trovare nei tweet una parola fra parentesi quadre, come ad esempio [infografica], alla fine del testo. Le parentesi specificano che tipo di contenuto viene twittato se è diverso da un testo: negli esempi cliccando sul link si accederà ad un’infografica.
  • Tweet Sponsorizzati > Sono i tweet che le aziende pagano per promuoverli in cima ai risultati di ricerca su Twitter.
  • RT > Abbreviazione di “retweet”: lo trovate all’inizio di un messaggio ritwittato manualmente.
  • Twitter > cinguettio.
  • Via > se alla fine di un tweet leggete “via @” seguito dal nome utente significa che chi ha twittato ha trovato l’informazione grazie a quell’utente.

Caterina Policaro, nel post Mamma ora ti spiego Twitter – Guida for Dummies, ha ricostruito pazientemente grazie a Lemmetweetthatforyou gli esempi dettagliati dei vari tipi di tweet mentre Jo Linsdell suggerisce addirittura a scrittrici e scrittori come farsi pagare con i tweet.

I servizi esterni che vivono della linfa di Twitter sono molti: TwentyFeet che permette di monitorare e condividere la propria attività e Visible Tweets che permette di visualizzare i tweet di utenti o argomenti in formato nuvola sono solo due esempi.

Un ricco panorama in via di trasformazione grazie alla decisione di Dick Costolo, CEO di Twitter, che per portare più spiccoli al nido ha deciso di tarpare le ali agli sviluppatori delle aziende esterne e di divorziare da Linkedin.

Non siete nuove ai cinguettii? Cosa trovate fantastico e cosa cambiereste in Twitter?

2 commenti su “Twitter senza veli: (mini) manuale per l’uso

  1. catepol
    4 luglio 2012

    grazie per aver segnalato anche il mio post,🙂

    • Rachi
      4 luglio 2012

      Figurati Caterina! Un post davvero utile anche se mi sono sentita svenire al pensiero di quanto tempo ti è costato fare tutti gli esempi ; )

Commenti, critiche, proposte, aggiunte...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Da agosto 2011

  • 142,518 signore e signori hanno visitato il blog

Categoricamente

Scrivi qui la tua mail

Segui assieme ad altri 2.393 follower

Perché Webpersignore?

Non sono un'informatica ma mi occupo di siti web “women oriented” da diversi anni e spesso le signore che incontro mi chiedono consigli per 'fare cose' con e attraverso internet. Perché non condividere problemi e soluzioni con altre? Webpersignore è dedicato a tutte loro e alle donne di ogni età che si avvicinano in punta di piedi alla rete e che non hanno idea di quanto la creatività le possa portare lontano anche in un mondo fatto di pixel.

Webpersignore? Oui, c’est moi!

about.me/rachelemuzio

Qui si cinguetta

Emotional Mapping of Museum Augmented Places

Augmented Reality for Arts and Education

Bento box

Strumenti e metodi della progettazione digitale

Nomfup

Only connect

Un bit al giorno

Keep calm and read on

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

CompassUnibo Blog

LM Comunicazione Pubblica e d'Impresa - Bologna

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Elena Rapisardi

content & writings

91esimo minuto - il podcast del mobile marketing

Ogni 15 giorni le migliori novità da @gluca e @MarcoBrambilla

lcblog

editoria, conoscenza e altro

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: