Pubblicato in: Abitare la rete, Istruzioni per l'uso, Per lavoro e per diletto

Google: se cerchi (bene) trovi

Buona parte del nostro tempo sul web lo spendiamo a cercare su Google di tutto: dal lavoro alla ricetta originale della pastiera.

In questo post spiego come rendere più efficaci le nostre domande a Google per ottenere quello che cerchiamo nel minor tempo possibile.

Un tweet di @epanto e le richieste in merito di un’amica mi hanno convinta a scrivere questo post liberamente tratto dalla guida di Google sulla ricerca web.
Il Doodle dedicato a Robert Doisneau

In gergo tecnico le ricerche sono dette query e vengono indicate nella guida di Google con le parentesi quadre: in pratica se vedete [ personagge site:.edu ] significa che dovete digitare personagge site:.edu senza le parentesi.
Altro appunto: per le ricerche non viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole.

  • Ricerca di frasi o parole esatte (“”)
    Mettendo tra virgolette una parola oppure un insieme di parole, indicate a Google di prendere in considerazione la parola o le parole esattamente in quel preciso ordine e senza alcun cambiamento.
  • Ricerca all’interno di un sito web specifico (site:)
    Google vi permette di specificare risultati di ricerca provenienti da un determinato sito web. Se scrivete [personagge site:societadelleletterate.it ] avrete solo le pagine sulle personagge provenienti dal sito societadelleletterate.it. Potete anche specificare un’intera classe di siti come ad esempio [ personagge site:.edu ] che restituirà risultati solo dai domini .edu (education), mentre [ personagge site:.it ] restituirà risultati solo da siti italiani.
  • Termini da escludere (-)
    L’aggiunta di un segno meno indica che non volete visualizzare nei risultati le pagine che contengono quella parola. Dovete aggiungere il segno meno subito prima della parola e deve essere preceduto da uno spazio.
  • L’operatore OR
    Se desiderate cercare una parola tra vari risultati potete usare l’operatore OR digitato in maiuscolo. Ad esempio, [ Miriam Mafai 2011 OR 2012 ] restituirà risultati su Miriam Mafai relativi solo a questi due anni.

Una volta ottenuta la pagina con i risultati della vostra ricerca potete limitare i risultati a un tipo specifico di contenuti come immagini, notizie o video dalla prima parte della colonnina a sinistra dello schermo.

Filtri per i risultati di ricerca Google

Un’altra utile funzione, sempre nella colonna di sinistra, è la selezione dei risultati per data: da quelli pubblicati nell’ultima ora fino a scegliere un intervallo di date specifico.

Google ha introdotto anche alcune funzioni automatiche per dare una mano a ridurre il tempo impiegato nella ricerca come:

  • suggerimenti di correzioni ortografiche
  • inclusione di sinonimi per trovare i risultati correlati
  • ricerca di risultati che corrispondono a termini simili a quelli cercati
  • ricerca di parole con la stessa radice, come ad esempio “correre” quando cercate [ corsa ]

A volte però queste funzioni non servono affatto perché magari volete trovare proprio [ personagge ] e non personaggi, personage ecc. né vi siete sbagliate a digitare. In questo caso cliccate in fondo alla colonna di sinistra su “Più strumenti” e poi selezionate Verbatim: Google vi restituirà i risultati della vostra ricerca senza suggerimenti e supposizioni.

L’infografica How to Use Google Search More Effectively, aggiunge ai suggerimenti per ottimizzare la ricerca su Google delle scorciatoie da tastiera per sfruttare al meglio i contenuti. I più utili? Digitate contemporaneamente Ctrl e F se avete un pc o Command e F se avete un Mac: in un batter d’occhio potrete trovare il termine che stavate cercando all’interno di un documento o di una pagina web. Per ingrandire o rimpicciolire un pdf o una pagina web scritti in strapiccolo digitate invece Ctrl e + o  se avete un pc o Command e + o se avete un Mac.

Ma come fa Google a restituirvi un sacco e una sporta di risultati? Questa infografica mostra come funziona il processo dal momento che viene pubblicato un contenuto al momento della visualizzazione dei risultati: il tutto in meno di un secondo.

How Google Works.

Avete altri suggerimenti per ottimizzare le ricerche su Google? Lasciate un appunto nei commenti : -)

Annunci

Autore:

Classe 1977. Curo e coordino progetti online per università ed enti di ricerca. Attualmente gestisco sito e social network della Walden Technology e di iacobellieditore, piccola e interessante casa editrice indipendente. Lottare per anni con lo scarto fra ricchezza di idee e mancanza di fondi nel mondo della cultura mi ha portata a sperimentare soluzioni creative partendo dalla rete. Il mio blog Webpersignore, entrato in finale nel 2012 al premio DONNAèWEB, è nato da questa spinta e Cowinning ne è stato il frutto migliore.

Commenti, critiche, proposte, aggiunte...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...