Pubblicato in: Abitare la rete, Per lavoro e per diletto

Raccontare del mondo

Non si deve per forza essere giornaliste o dottorande. Si può essere insegnanti, scrittrici, studiose o semplici appassionate di un argomento. Raccontare del mondo, e autorizzarsi a farlo, è un diritto e ai tempi del web è quasi un dovere.

In questo post suggerisco alcuni strumenti per appuntare i siti utili e consultare la lista da qualsiasi computer, creare delle linee del tempo, estrarre e organizzare contenuti interessanti dal web, creare un magazine con i vostri tweets. 

Anche Sergio Maistrello, docente di Giornalismo e nuovi media alla Facoltà di Scienze della formazione di Trieste, sottolinea che “il mondo ha bisogno di narrazioni…La narrazione è la forma emergente della cittadinanza e del mercato…”. Direttamente da casa Google Cole Nussbaumer raccomanda di presentare in modo creativo dati e statistiche all’interno delle storie per renderli più umani mentre Mark Jones, Global Community Editor per Reuters, digita un punto a capo ricordando che “il lavoro del giornalista si focalizza sempre di più sulla content curation, ovvero sulla selezione, la verifica dell’attendibilità, la cura (di forma, struttura), e la presentazione dei contenuti giornalistici dispersi nel world wide web”.

Che aspettate allora per narrare del mondo?

Organizzare le fonti

La prima cosa da fare è selezionare e conservare buone pagine web – la ricerca in biblioteca è però sempre la benvenuta – che trattino dell’argomento che vi interessa. Per conservarle potete aggiungerle ai “preferiti” oppure affidarvi ad un servizio online che vi permetterà di consultare i vostri tesori ovunque siate nel mondo e da qualsiasi computer.

  • Instapaper è un servizio gratuito e semplice da usare che vi permette di salvare pagine web in una lista appuntando link, titolo della pagina e descrizione nel caso vogliate ricordare di che si tratta in poche righe o copiare direttamente un passaggio interessante. Potete archiviare, cancellare, condividere via mail o social network ciascuna pagina e scaricare sul vostro computer, Kindle o lettore ebook l’intera lista. Utile la funzione per creare folder – cartelle – per organizzare tematicamente i risultati delle vostre ricerche.

Instapaper

  • Pearltrees è un servizio online gratuito che permette di appuntare, organizzare e condividere tutto quello che pescate di interessante nel web visualizzandolo come un albero con i suoi frutti o meglio le sue perle. I creatori del progetto sono convinti che sia tempo di passare a un nuovo modello di organizzazione dei contenuti che parta dagli utenti anziché dai motori di ricerca.

Strumenti utili: timeline e content curation

Un altro strumento utile per narrare del mondo è la timeline – la linea del tempo – che conosciamo tutte dai tempi dei sussidiari. Rispetto le care vecchie linee del tempo quelle di oggi sono ben più ricche nel caso delle infografiche e di quelle multimediali.

  • Timeline è un programma open source da scaricare per creare delle accattivanti timeline: la linea cronologica si può scorrere o sfogliare. Potete inserire testi e citazioni, video da Vimeo e YouTube, pagine di siti web, mappe di google, tweets e molto spazio è dato alla parte grafica il che ne fa uno strumento ideale per una cronologia basata sulle immagini. Potete incorporare il codice nel vostro sito o blog e importare dati da Google Doc. Un esempio è Revolutionary User Interfaces
  • Tiki-Toki ha le stesse funzioni di Timeline ma ha il grande vantaggio di essere uno strumento online: non c’è bisogno di scaricare programmi e avrete un indirizzo web da segnalare via mail o social network nel caso vogliate mostrare il vostro lavoro. La versione gratuita prevede la creazione di una sola timeline mentre con le versioni a pagamento, che partono da 5$ al mese, potete creare tutte le timeline che volete e permettere a chi ha una password fornita da voi di accedere e aggiungere dati. Anche in questo caso potete integrare video, immagini e condividere in lungo e in largo il lavoro.

Tiki-Toki

Non avete tempo per scandagliare il web alla ricerca di materiale interessante? Lasciate che il web venga da voi grazie ai servizi online di content curation. Potrete selezionare i risultati migliori, aggiungere nuove pagine, immagini, video e organizzare il tutto in forma di magazine.

  • Storify è forse lo strumento più amato per creare delle narrazioni, o meglio delle social stories, partendo dalle reti che seguite. Il fine è quello di creare un nuovo format di narrazione “interattiva, dinamica e sociale”. Utile la funzione che permette di riordinare gli elementi della vostra narrazione o cancellarli se trovate di meglio. Potrete sempre modificare la vostra storia, dargli un titolo, inserire link e testi e segnalarla via mail o incorporarla in siti e blog. Potrete inoltre renderla virale grazie alla funzione che vi permette di avvisare tutte le persone citate che fanno parte della vostra storia. Un esempio è quello di Toponomastica femminile
  • BagTheWeb vi permette di creare per ciascun argomento che volete approfondire una “bag” – simboleggiata da un sacchetto di carta – per conservare, pubblicare e condividere contenuti integrando video, presentazioni da SlideShare e foto da Flickr. Se trovate una bag che vi interessa potete integrarla nel vostro sito o blog. Un esempio è Social design for social media sites
  • Bundlr promette di essere facile da usare come ritagliare gli articoli da un giornale. Anche in questo caso potete organizzare foto, video, tweets e documenti che riguardano un argomento di vostro interesse. Potete visualizzare il vostro lavoro in formato griglia oppure scegliendo la linea del tempo. Un esempio è Feminist interventions in #Spanishrevolution

Più o meno le stesse funzioni per NewsPin e Scoop.it ma se cinguettate con fervore su Twitter non potete farvi mancare il vostro magazine personale grazie a MyTweetMag. Ecco l’esempio di Webpersignore Mag

Un ultimo suggerimento che potrebbe esservi utile.

Spesso serve la miniatura di una pagina web da inserire in articoli, post, tesi e ricerche. Thumbalizr è un servizio online gratuito che permette di fare questo senza usare programmi di grafica. Basta inserire l’indirizzo della pagina che vi serve, cliccare sul pulsante verde “thumb it” e scegliere la misura adatta al vostro caso fra quelle già impostate oppure dando voi la larghezza in pixel che preferite.
Una volta selezionata la misura si aprirà la pagina con l’immagine: cliccate con il tasto destro del mouse per salvarla sul vostro computer e riutilizzarla dove vi serve.

Avete sperimentato altri strumenti per selezionare, organizzare e condividere le informazioni? Commenti aperti : )

Annunci

Autore:

Classe 1977. Curo e coordino progetti online per università ed enti di ricerca. Attualmente gestisco sito e social network della Walden Technology e di iacobellieditore, piccola e interessante casa editrice indipendente. Lottare per anni con lo scarto fra ricchezza di idee e mancanza di fondi nel mondo della cultura mi ha portata a sperimentare soluzioni creative partendo dalla rete. Il mio blog Webpersignore, entrato in finale nel 2012 al premio DONNAèWEB, è nato da questa spinta e Cowinning ne è stato il frutto migliore.

2 pensieri riguardo “Raccontare del mondo

Commenti, critiche, proposte, aggiunte...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...