Pubblicato in: Per lavoro e per diletto

Lunga vita al comunicato stampa! Dal pieghevole al web

Avete stabilito tutti i particolari del convegno, logo e pieghevole sono nelle vostre mani e mancano solo un paio di mesi all’evento. Sarebbe il momento del caro vecchio comunicato stampa ma sul web come funzionano le cose?

In questo post spiego come ottimizzare i testi da far girare in rete partendo dal pieghevole e indico alcuni canali per pubblicizzare un evento sul web.

Innanzitutto prendete il pieghevole/volantino/locandina o quello che avete e preparate un file di testo che includa già le diverse versioni che potranno servirvi. Un lavoretto un pò noioso ma che vi farà guadagnare 5 volte tanto il tempo perso. Qualsiasi versione userete ricordate sempre di specificare chi organizza, il nome dell’evento, luogo, data, ora e un contatto.

Redigere testi ad hoc

  1. un titolo che non superi i 60 caratteri poiché la maggior parte dei motori di ricerca dopo questa lunghezza taglia il testo.
  2. un testo di 5-600 caratteri da incollare nel corpo delle mail destinate a siti, uffici stampa, riviste, quotidiani. Potranno saperne di più aprendo il pdf che allegherete. Non usate nella mail sfondi con animazioni e immagini e fate attenzione ai refusi, se inviate la mail a più destinatari inseriteli in Ccn – copia nascosta – per tutela della privacy. Aprite sempre con un ‘Gentile redazione, staff, responsabile dell’ufficio stampa ecc) e chiudete con un saluto, un ringraziamento e la vostra firma. I tempi del web saranno pure rapidi ma l’educazione non va mai di fretta…
  3. un testo di circa 500 caratteri da far girare su Facebook: si può scrivere di più ma condensando il contenuto si ha più probabilità che la notizia venga letta. Anche in questo caso fornirete un link con gli approfondimenti. Nel caso non abbiate un sito o un blog fornite il link ad uno dei comunicati che pubblicherete su altri siti.
  4. un testo di 140 caratteri al massimo da usare su Twitter e/o da far girare fra le amiche che lo usano. Potete aggiungere anche la miniatura del logo ma ricordate che prende spazio quanto i caratteri quindi fate delle prove.
    Lo stesso testo potrete riciclarlo – allungandolo anche fino a 160 caratteri – come ‘descrizione’ nei siti che la richiedono per il SEO (Search Engine Optimizer ovvero ottimizzatore per motori di ricerca).
  5. un testo di 200 caratteri circa con la funzione di occhiello: molti siti di comunicati stampa lo richiedono.
  6. almeno 3 tag – ovvero parole chiave – per i motivi di cui sopra.

So che l’idea di perdere altro tempo vi fa rizzare i capelli in testa ma vale assolutamente la pena di dare un’occhiata all’utilissimo Quaderno del Mestiere di Scrivere sul comunicato stampa scritto nel 2009 da Mariella Governo ma ancora validissimo.

Il passaparola

Suggerisco di attivare un Google Alert con il titolo dell’evento: in questo modo riceverete via mail o feed un avviso ogni volta che se ne parla in rete. Questo servizio vi sarà utile non solo per farvi un’idea di quanto ‘gira’ il vostro evento ma anche per preparare una rassegna web per il vostro sito o blog come ha fatto lo staff di Women&Technologies.

A questo punto è arrivato il momento del ‘buzz’, del passaparola, attraverso mail, siti specializzati in diffusione delle notizie, blog, gruppi di discussione e social network.

Per quanto riguarda la lista di mail, i contatti su facebook, twitter, aNobii ecc. ciascuna ha le proprie risorse e va da sé che una comunicazione mirata equivale a maggiore visibilità.

Seminare comunicati stampa online

Per quanto riguarda i siti specializzati in diffusione di comunicati stampa e notizie ne copincollo qui sotto una prima lista. Quasi sempre potrete allegare anche il pieghevole e questo vi darà la possibilità di avere un link da segnalare ‘per maggiori informazioni’ anche senza avere un vostro sito o un blog.

Dritte da suggerire? Commenti a disposizione ; )

Advertisements

Autore:

Classe 1977. Curo e coordino progetti online per università ed enti di ricerca. Attualmente gestisco sito e social network della Walden Technology e di iacobellieditore, piccola e interessante casa editrice indipendente. Lottare per anni con lo scarto fra ricchezza di idee e mancanza di fondi nel mondo della cultura mi ha portata a sperimentare soluzioni creative partendo dalla rete. Il mio blog Webpersignore, entrato in finale nel 2012 al premio DONNAèWEB, è nato da questa spinta e Cowinning ne è stato il frutto migliore.

Un pensiero riguardo “Lunga vita al comunicato stampa! Dal pieghevole al web

Commenti, critiche, proposte, aggiunte...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...